Siglato il contratto per il Progetto Europeo “Erasmus Plus” 2022

  • di

Sabato 13 novembre 2021 alla presenza dei Partners tedeschi ed italiani si è svolto l’incontro, in modalità remota, per la firma del contratto per l’attuazione del Progetto Erasmus Plus edizione 2022 che avrà il suo inizio il prossimo 2 gennaio con l’arrivo a Volterra di 15 giovani artigiani provenienti da Stoccarda per terminare alla fine di marzo.

Quest’anno si è preferito non organizzare il tradizionale incontro a Stoccarda presso la sede della Camera dell’Artigianato a causa del perdurare delle restrizioni in merito alla diffusione del Corona Virus. Un evento quello della firma che, anche se svoltosi virtualmente con i Partners italiani convenuti presso la Sala dell’Amicizia del Comune di Volterra, ha suscitato un grande entusiasmo per la prospettiva di poter riprendere un rapporto di amicizia e collaborazione bruscamente interrotto nel marzo 2020.

L’inaspettato e rapidissimo dilagare di una pandemia della quale niente si conosceva ma che non andava assolutamente sottovalutata aveva imposto l’assunzione di misure drastiche con la conclusione anticipata del progetto per motivi di sicurezza. Sono passati quasi due anni da quel momento e riparte la programmazione di un percorso che ha alle proprie spalle oltre 20 anni di attività e la partecipazione di quasi 400 giovani artigiani che per tre mesi hanno partecipato attivamente alla vita della nostra città, contribuendo con grande entusiasmo e professionalità al recupero di numerosi monumenti che ancora oggi portano ben visibile la testimonianza della loro presenza ed attività.

Durante il collegamento, come di consueto, sono stati presentati ai giovani artigiani gli ambiti lavorativi dove saranno impegnati sotto la supervisione dei rispettivi tutors nei mesi di febbraio e marzo e che quest’anno sono individuati, in continuità con i progetti precedenti, con il Museo Etrusco Guarnacci per quanto riguarda il Comune di Volterra, la Sede Centrale e la S.I.A.F. per la Fondazione Cassa di risparmio di Volterra. Al termine dell’edizione 2022 si terranno una serie di manifestazioni pubbliche per celebrare il traguardo dei 20 anni di vita del “Progetto” che non è stato possibile realizzare per i motivi che tutti conosciamo nel 2020.

Un percorso lunghissimo che non ha uguali tra quelli realizzati in Europa e che per questo motivo ha ricevuto, dalle stesse Istituzioni Comunitarie, numerosi riconoscimenti e durante i quali sono state sperimentate e consolidate importanti collaborazioni tra Governo Regionale del Baden Wurttemberg, Camera dell’Artigianato di Stoccarda, Enti Pubblici locali, Associazioni e Imprese che di volta in volta si sono misurate con la sfida del raggiungimento di risultati sempre più complessi e di maggior prestigio. Le Ragazze ed i Ragazzi dei Progetti Leonardo prima e Erasmus Plus poi sono diventati di diritto cittadini volterrani integratisi perfettamente nel tessuto della città e con i suoi stessi abitanti, tanto che alcuni di loro sono rimasti in città dopo aver trovato lavoro stabile presso imprese artigiane e aver stretto legami di amicizia ed affettivi talmente importanti da giustificare l’inizio di nuovi percorsi di vita. Si può con questo affermare che

Il “Progetto” costituisce senza dubbio uno dei motori più potenti per la formazione di una coscienza europeista e di integrazione con l’obbiettivo di agevolare le generazioni future alla conoscenza reciproca tra i popoli e tra le diverse culture, per il raggiungimento di una società inclusiva, libera da pregiudizi dove lo studio, ma anche il lavoro, siano i veri collanti per la costruzione di solidi ponti tra culture, che permetta alle nuove generazioni di vivere, progredire ed integrarsi in pace e prosperità mediante uno scambio culturale vivo, ricco di idee, innovativo per una comunità che sia costruita direttamente sui bisogni e sulle aspettative dei propri cittadini.

Il Progetto “Erasmus Plus” 2022 seguirà le linee guida che lo hanno caratterizzato fin dalla sua prima edizione: si aprirà con l’arrivo dei giovani artigiani il 2 di gennaio a “Il Vile” dove saranno accolti dai componenti del Gruppo Italiano Amici della Natura che ne cureranno la permanenza presso la loro “Casa” fino alla fine del mese di marzo, così come dai primissimi giorni inizierà il corso di conoscenza della Lingua e Cultura italiana con i Tutor di Villa Palagione Centro Interculturale; nei mesi di febbraio e marzo metteranno in pratica le loro conoscenze professionali e ne acquisiranno di nuove con l’inserimento all’interno dei cantieri di lavoro di riferimento; quest’anno le figure professionali rappresentate sono: falegnami, imbianchini, arredatori, carpentieri, muratori, mentre troveranno accoglienza in alcune Ditte artigiane un idraulico, una parrucchiera ed una pasticcera.

Vogliamo ringraziare i ragazzi in procinto di vivere questa nuova esperienza formativa, anche a nome degli altri Partners del Progetto, per il loro entusiasmo e disponibilità a vivere questa esperienza in un momento tutt’altro che facile, con l’augurio che tutto possa svolgersi nel migliore dei modi e con la massima soddisfazione.