Perseidi 2021

  • di

Dopo un anno e mezzo di stop assoluto di tutte le attività, a causa delle limitazioni anti-covid, giovedì 12 agosto 2021, in occasione del picco massimo dello sciame meteorico delle Perseidi, come Gruppo Astrofili Volterra G.I.A.N. abbiamo organizzato una serata osservativa all’Osservatorio Astronomico “Città di Volterra”, presso la casa per ferie “il Vile”.

Partecipanti a numero chiuso, postazioni osservative fisse e ben delimitate, impossibilità di utilizzo dei telescopi per uso collettivo, non hanno impedito agli intervenuti di godere dello splendido spettacolo offerto dalla volta celeste.

La serata è iniziata con una interessante introduzione al fenomeno che si sarebbe presentato, completata dalla descrizione delle costellazioni più appariscenti della volta celeste, poi con il sopraggiungere dell’oscurità e del tramonto di una coreografica falce di Luna in fase crescente, hanno iniziato a manifestarsi le prime scie luminose dovute alla combustione, negli strati più esterni dell’atmosfera, delle particelle di pulviscolo lasciate dalla cometa periodica Swift-Tuttle, il cui percorso interseca l’orbita della Terra.

Cielo particolarmente limpido con una splendida Via Lattea continuamente attraversata da tracce luminose, alcune delle quali persistenti, colorate e con evidenti scie fumose hanno fatto da suggestiva cornice ad una bellissima nottata di mezzo agosto, gratificando tutti coloro che hanno rivolto lo sguardo verso cielo punteggiato dalle migliaia di stelle della nostra galassia e dai due pianeti maggiori del nostro Sistema Solare, Giove e Saturno, che risplendevano alti.

E’ stato un evento importante che come Gruppo Astrofili Volterra non abbiamo voluto perdere.

Nel rispetto per le limitazioni imposte dalla lotta alla pandemia è stata realizzata una serata di grande impatto emotivo per tutti con l’auspicio di poter riprendere quanto prima, in sicurezza, divulgazione ed osservazioni alla presenza del pubblico in continuità con le attività che da sempre sono state svolte con grande successo presso l’Osservatorio Astronomico di Volterra.